Liberarsi – Diego Cugia

partigiano

Street Art – Atene 2013

 

Se tutti ci fossimo riconosciuti negli applausi al duce, in quella folla che amava compatta il suo voluto e adorato dittatore, anche noi che non c’eravamo, figli di quel morboso “non detto” respirato in famiglia, noi generazioni successive della stessa folla che accolse festante i nemici di ieri nella stessa piazza Venezia, senza mai capovolgersi a testa in giù appesi per i piedi e sputati da soli allo specchio come a piazzale Loreto, ecco, se noi avessimo riconosciuto e distrutto i bacilli del fascismo che ci pascolano ancora nel sangue, oggi, forse, potremmo dirci liberati.
I tedeschi l’hanno fatto, noi no. I tedeschi hanno riconosciuto e pianto in famiglia e in pubblico l’orrendo amore per Hitler e si sono assunti la vertiginosa responsabilità dei campi di sterminio. Noi no.
Per questo il 25 aprile, come festa nazionale, suona purtroppo un po’ retorica e vana, come la presidentessa della Camera che vuole abbattere l’obelisco con la scritta “Dux”, quando andrebbe distribuito gratuitamente nelle scuole in formato righello o segnalibro. Per consapevolizzare. Altro che rimuovere o, peggio ancora, togliere da davanti agli occhi.
Libertà non è solo essere liberati da qualcun altro o saltare sul carro del vincitore. Non è neppure essere eroi una volta tanto. È essere partigiani per sempre. Combattere il proprio tiranno interiore, il primo nemico, e liberarsi.
Basta guardarsi in giro per capire che fino a oggi, 25 aprile 2015, questa guerra interiore l’abbiamo perduta. Viviamo in un fascismo frammentato. Tutto ciò che non si riconosce come parte di sé, si moltiplica e si riproduce. Ma migliaia di dittatorelli e potentati, invece di uno solo, non fanno una democrazia.

Diego Cugia

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...