Chi legge alzi la mano!

Questa è una robina simpatica che ho rubato a Cloven > La Versione di Cloven < (che a sua volta ha rubato a La Lettrice Irriverente). Vi ricordate quelle sottospecie di test che si inviavano a catena sulla mail quando ancora MSN era la nuova frontiera tecnologica della comunicazione digitale? Ecco. Questo qui è uno di quelli, molto più blog format, a tema letterario. Enjoy, bitches.

Autore con la A maiuscola (quello di cui hai letto più libri):
E niente, che devo fa, sono due che se la giocano: Alessandro Baricco e Chuck Palahniuk. A mio parere, due mostri della letteratura contemporanea. Baricco è stato ed è una fissazione che risale alla mia infanzia, Palahniuk è una meravigliosa scoperta dell’adolescenza.

Bevo responsabilmente mentre leggo:
Thè caldo (Earl Grey) o thè freddo (rigorosamente al limone!), redbull (che scorre rapida e copiosa fino al cervello e al cuore, e prima o poi sento che uno dei due si frantumerà in milioni di piccoli mollicci pezzettini spalmati a dovere sulle pareti candide di casa mia) e birra, assolutamente. Tutto dipende dal genere di lettura.

Confesso di aver letto:
Diciamo che per natura non riesco a provare rancore, odio o disgusto per una cosa se prima non ne ho verificato le reali qualità o i reali difetti. Quindi confesso, a malincuore, di aver letto Fabio Volo (l’uomo che prese a pugni la mia intelligenza sbavando di gioia, nei miei incubi vedo ancora la sua saliva corrosiva colare placida sul suo ributtante pizzetto) e di aver poi dato ragione alla folla inferocita che cercava di avvertirmi da tempo.


Documentario sulla piaga più straziante del XXI secolo, Fabio Volo.

Dovrei smettere di:
Avercela a morte con autore e/o personaggi quando la storia non si sviluppa come io avrei voluto e soprattutto dovrei smetterla di rintanarmi per un tempo indefinito nella realtà del libro appena letto. Mi complica le cose diventare momentaneamente incapace di vivere una vita normale.

E-reader o cartaceo:
Cartaceo, adoro l’odore e la consistenza delle pagine dei libri (soprattutto se usati) e mi piace sfogliarli, talvolta sottolinearli a matita, sistemarli in ordine cromatico sullo scaffale. Comunque, anche se tempo fa avrei condannato fortemente l’e-reader, ora non mi sento di giudicare. In fondo amo la tecnologia.. Prima o poi l’elettronico riuscirà a fare breccia nel mio cuoVe.

Fanboy impenitente di:
Howard Phillips Lovecraft: un autore da sempre sottovalutato, messo da parte, in secondo piano, che soltanto adesso comincia ad avere il successo che merita anche grazie al popolo nerd e agli adoratori di Cthulhu.
Alessandro Baricco: lo scrittore per cui mi sono beccata anche insulti, critiche, derisioni ed era tutto un “qll’arrogante d merda!! Ci sono molti altri scrittori + brv!” e un “nei suoi libri nn si capisce un cazzo!1!!1” e poi niente, ho fatto una strage e ho continuato a leggere.


Il nostro unico Dio, Chtulhu.

Genere preferito e quello che di solito non leggi:
Genere preferito: romanzi con realismo magico, realtà con inserimenti di fantasia e fantascienza ai fini letterari. Insomma, quel genere di libri che ti fa credere che quel qualcosa possa realmente accadere e poi ti sorprende con intrighi ai limiti del possibile, invenzioni tecnologiche spaventose, poteri e doti che fanno l’occhiolino al paranormale, luoghi e personaggi magici inseriti in un contesto che non gli appartiene. Poi vengono i romanzi pulp, ahhhh quanto mi piacciono i romanzi pulp, nichilisti, a metà tra l’horror e il drammatico con una punta di ironia. Narrativa che ti rapisce il cervello, “blow your mind” è il motto.
Quello che leggo di meno sono gli storici e i rosa. (Cit. Cloven) I primi mi annoiano. I secondi, pure.

Ho atteso a lungo per…:
Uhm.. Sto ancora attendendo per Doomed, il seguito di Dannazione di Palahniuk, di cui in Italia ancora non si hanno tracce. Tempo fa attesi per la saga di Eragon. Attendo molto spesso per fumetti, anime e telefilm: arrivo a crisi d’astinenza devastanti.
Forse, se fossi al pari con i romanzi, potrei avere un po’ d’impazienza nell’attendere il prossimo libro di Martin. (Cit. Cloven) – Che ci posso fare se la pensiamo allo stesso modo? U_U

In lettura al momento:
Libro primo delle cronache del Ghiaccio e del Fuoco: Il Trono di Spade e Il Grande Inverno del grande  George R.R. Martin. Ma visto che non ci facciamo mancare niente, ho iniziato anche altri libri nel frattempo.. Così parlò Zarathustra di Nietzsche e I paradisi artificiali di Baudelaire.

Luogo preferito per leggere:
Accanto alla finestra, sul divano. In treno, o sull’autobus.. Ma non in macchina (nausea, tanta.) Nei parchi, anche con tanta gente intorno. La natura mi stimola.

Miglior prequel di sempre:
Di libri non saprei. In generale direi che il miglior prequel è Final Fantasy VII: Crisis Core. Non posso che essere d’accordo con quell’immonda creatura di Cloven: un videogioco cazzuto, con una storia appassionante, personaggi caratterizzati in ogni dettaglio.. Ho pianto tanto.

Non vorrei mai leggere:
Un libro di Barbara D’urso. Di Alfonso Signorini. Di Bruno Vespa.
Dopo Fabio Volo ho cominciato ad avere pregiudizi, punto. T’oh.

Once more (un libro che hai riletto tante volte ma che rileggeresti ancora):
Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry. Ogni tanto (spesso, molto spesso) lo rileggo, sorrido, mi commuovo, lo rileggo ancora. Poi lo rimetto nello scaffale fino al prossimo incontro.
Poi c’è indubbiamente Oceano Mare di Alessandro Baricco (si, sono una fissata dimmerda, odiatemi) Lo conosco a memoria, come se la storia della locanda Almayer fosse diventata la mia.

Perla nascosta (un libro che non ti aspettavi fosse così bello):
Uhm, in generale i libri di Isabella Santacroce. Non mi aspettavo di venirne affascinata così tanto.. Luminal, Revolver, V.M. 18, Destroy.. Tutti molto belli e coinvolgenti. Bella sorpresa.

Questioni irrisolte (un libro che non sei riuscito a finire):
Navi Fantasma di Clive Cussler. Non ce la posso mai fare. Sono sicura che se lo leggessi, magari e dico magari, mi piacerebbe ma.. No, l’introduzione è di una noia rara, mortale. Tutto lo sproloquio sull’attrezzatura marinaresca.. Madò, niente, sto per addormentarmi al pensiero. Comprato più di sette anni fa mi sa.

Rimpianti letterari:
Non aver ancora letto gli altri due libri della Saga di Deepgate oltre a Il raccoglitore di anime di Alan Campbell.

Serie iniziate e mai finite:
La Saga di Eragon (non ho mai letto l’ultimo libro, mea culpa) e – per l’appunto – la Saga di Deepgate.

Tre dei tuoi antagonisti preferiti:
Heathcliff e Catherine di Cime Tempestose di Emily Brontë. Contro il mondo, contro la loro famiglia, contro se stessi: la loro vita è un susseguirsi di conflitti e processi sadici, masochisti. L’autodistruzione.

L’orrore e la crudeltà che – ok – non rappresentano un personaggio antagonista vero e proprio. ma sono il fulcro attorno a cui le vicende della Trilogia della città di K. di Agota Kristof hanno luogo e si sviluppano. Il Male è l’antagonista di questi tre libri che mi hanno stuprato il cervello. Due gemelli incastonati in uno scenario aspro, duro e cattivo. Se ancora non l’avete fatto, leggetelo.

Gli abitanti di Waytansea Island in Diary e Tyler Durden in Fight Club, entrambi creazioni di Palahniuk. Accomunati non solo dalla medesima origine – l’autore che li ha concepiti – ma anche dall’indefinibilità, quell’essere malvagi in un modo così sottile e subdolo. Antagonisti a sorpresa che per tutti i rispettivi romanzi agiscono nell’ombra, la cui cattiveria emerge soltanto nel gran finale: spettacolare, spietato, spaventoso.

Un appuntamento con:
Aragorn de Il Signore degli Anelli del grande J.R.R. Tolkien.
Anche Legolas va bene.

Vorrei non aver letto:
Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia. Che pezza. DIO boia, che pezza. Il mio personalissimo trauma delle scuole medie.

Zanna avvelenata (quel finale che proprio non vi è andato giù):
Ripensando bene a tutti i libri che ho letto direi che non porto rancore per i finali che non mi piacciono, anzi. Dopo un pò riesco perfino a farmeli andare bene nonostante sulle prime maledico l’autore e tutta la sua stirpe passata e futura. Mi arrabbio molto di più per i finali dei telefilm, e allora esco nuovamente dal contesto per lamentarmi pubblicamente del finale di How I Met Your Mother.
HOW DARE YOU, TED!

Per concludere, vi posto Il 25 aprile spiegato da Makkox de Il Post.

Breve estratto.
25
Buona vita e buona festa della liberazione a tutti, abbiate cura dei traguardi del passato.

Malachina

Annunci

4 pensieri su “Chi legge alzi la mano!

  1. Buongiorno caro (: Se ti riferisci a Cthulhu credevo nel grande Dio molto prima che diventasse un’icona XD Lovecraft lo adoro da sempre.. Un genio del male.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...